Speciale Pasqua

Uova di Pasqua

Il periodo Pasquale và dal 25 marzo al 25 aprile. Questa festività cade nello stesso periodo dell’anno sia per la religione Ebraica che Cristiana. Per i primi, la Pasqua celebra la fuga degli Ebrei dall’Egitto, verso la terra promessa, guidati da Mosè. Per i Cristiani ricorda la passione e la resurrezione di Cristo. Con l’ultima Cena, Gesù spezza il pane e lo divide con gli Apostoli, offrendo così il suo corpo in sacrificio per tutta l’umanità. Questo episodio conferisce al cibo un valore particolare, rispetto alle altre festività.

Ecco che allora si donano uova, sia vere che di cioccolato, come simbolo di rinascita e di prosperosa fecondità: infatti, il periodo coincide con l’inizio della primavera. Altri simbolismi che ritroviamo nei dolci Pasquali, sono gli agnelli di marzapane, le colombe e le ciambelle che richiamano la corona di spine posta sul capo di Gesù.

Come si festeggia la Pasqua a Bari

L’esperienza della Pasqua nella città di Bari si vive appieno per tutta la settimana, dove le manifestazioni in occasione della Santa Pasqua iniziano la domenica delle Palme. In tale giorno si tieni la processione della Madonna dell’Addolorata che parte dalla chiesa di Sant’Antonio, nel rione Madonnella, e attraversa le chiese di tutti i rioni cittadini. Il giovedì Santo, invece, è da tradizione, il giorno dedicato alla visita ai Sepolcri, allestiti in tutte le chiese.

Per quanto riguarda i dolci, oltre alle uova di Pasqua, a Bari, quelli tipici sono i taralli e le scarcelle. La scarcella viene preparata con ingredienti semplici e genuini come la pasta frolla. Tra le forme più comunemente utilizzate per realizzare questo dolce pugliese troviamo la ciambella, i cestini, panieri ma è possibile vedere anche la scarcella a mo’ di colomba o di bambolina per i più piccoli della famiglia.

Articoli collegati