Carnevale: chiacchiere, confetti e cotillon

Coriandoli Carnevale Cioccolato Bari

Il Carnevale è la festa più divertente dell’anno, perché si ha la possibilità di fare scherzi, confusione e di mangiare molti dolciumi.
Ci si diverte, si sta in compagnia e si festeggia spesso insieme a tanti amici. Il Carnevale si può festeggiare in vari luoghi: per le strade o dentro le case, in piazza, in discoteca, nei circoli, a scuola, nei locali parrocchiali.

La festa di Carnevale porta allegria, confusione, movimento, colori e soprattutto dolciumi in qualsiasi ambiente. Dai carri che sfilano in piazza vengono lanciati coriandoli e caramelle che i bambini vanno a raccogliere per poi mangiarle. Le maschere sono molto belle e sfarzose perché sono state comprate in un negozio o al supermercato.

Secondo il calendario i giorni del Carnevale sono tre: giovedì grasso, domenica di carnevale e martedì grasso, ma si fanno feste anche negli altri giorni della settimana. Attualmente il periodo si prolunga fino alla Quaresima. Le feste, di solito, si fanno in mashera e ci si veste con abiti tradizionali come: Arlecchino, Pulcinella, dott. Balanzone, Pierrot, vestiti d’epoca, da principessa, da pagliaccio, da fiore, da pianta, da animale, oppure con maschere più originali e nuove.. Per giocare e scherzare si portano scorte di bombolette spray, anche con schiuma, coriandoli e stelle filanti.

Il termine “carnevale” vuol dire che in questo periodo si può mangiare molta carne, ma quando inizia il tempo di Quaresima si fa astinenza dalle carni, in certi giorni particolari, come segno di sacrificio. Il termine “grasso” significa che nel periodo di festa si possono mangiare moltissimi dolci e molte caramelle.

Articoli collegati